Da Ravenna il via alla realizzazione di ISWEC: produrre energia dalle onde. Conte: “Orgoglioso”

0
417

Alla presenza del Presidente del Consiglio dei Minisitri Giuseppe Conte, è stato firmato a Ravenna l’accordo per la produzione industriale dell’innovativo sistema di produzione di energia dal moto ondoso. In un acronimo: ISWEC (Inertial Sea Wave Energy Converter). Eni, Cassa Depositi e Prestiti, Terna e Fincantieri hanno firmato l’accordo per porre le basi per la costituzione di una società per lo sviluppo e realizzazione degli impianti di produzione di energia elettrica. L’ISWEC è stato il prototipo studiato a Ravenna, al largo di Porto Corsini, un sistema ibrido che integra l’energia delle onde e l’energia del sole. Una grande boa capace di produrre energia tutto l’anno, con picchi di potenza di 51 kW con un impatto ambientale ridottissimo.

La prima applicazione industriale sarà nel Canale di Sicilia, alla piattaforma Eni Prezioso, nel prossimo anno, dove verrà installato un ISWEC con una potenza nominale di 260kW e una potenza di esercizio di 100kW. L’installazione si estenderà poi alle isole minori e nel 2024 si prevedono i primi insediamenti in Sardegna, per arrivare al 2025 con 118 ISWEC industriali capaci di sfruttare le onde, la più grande fonte di energia rinnovabile inutilizzata del mondo.