Crociere a Porto Corsini: aperto un bando per realizzare una stazione marittima in grado di accogliere 300mila turisti all’anno

0
148

Importanti novità in arrivo per il Terminal Crociere di Porto Corsini. L’ Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico centro settentrionale ha infatti presentato questa mattina in videoconferenza il bando di gara per la realizzazione di una nuova stazione marittima che a regime sarà in grado di accogliere fino a 300mila croceristi. Il bando, che scadrà il prossimo 16 luglio, è stato aperto in seguito alla proposta della Royal Caribbean di investire nella costruzione del terminal, che diventerà l’home port, ovvero la base logistica per l’inizio e la fine delle crociere della compagnia, nel caso in cui questa si aggiudichi la gara. Il progetto della stazione marittima, che comporterà un investimento di 26 milioni di euro, è stato illustrato durante la videconferenza dal presidente dell’Autorità Portuale Daniele Rossi. Oltre alla stazione marittima oggetto del bando l’idea dell’Autorità Portuale è quella di realizzare un parco pubblico di 12 ettari, denominato “Parco delle dune” come opera di compensazione dedicato ad attività ricreative e turistiche. Parallelamente, per ridurre l’impatto ambientale della nevi attraccate, verrà realizzato “cold ironing”, un sistema di elettrificazione delle banchine per consentire alle crociere attraccate di alimentarsi tramite energia elettrica.

Il progetto ha ricevuto il sostegno del Comune di Ravenna, della Regione Emilia-Romagna e anche delle Associazioni di categoria del territorio, che vedono nel nuovo terminal un’importante opportunità per il rilancio del turismo e dell’economia della città. La Pro Loco di Porto Corsini ha chiesto inoltre di tenere conto delle problematiche che un alto numero di turisti comporterebbe per la cittadina, e per arginare questo problema si sta pensando a diverse soluzioni tra cui l’ampliamento della strada principale della località. Per quanto riguarda le tempistiche, l’Autorità Portuale prevede di riuscire ad ottenere nel 2024 i 12 metri di fondale necessari per poter accogliere nel terminal crociere da 300 metri di lunghezza.