CRE: la maggior parte partiranno il 15 e spazio anche ai bambini di 3 anni. Il Comune spera di attivare i servizi 0-2

0
242

Con l’arrivo delle disposizioni sanitarie per la realizzazione dei centri ricreativi estivi, Comune, associazioni e realtà sportive sono al lavoro in questi giorni per organizzare i vari progetti d’accoglienza e d’intrattenimento. In particolare il Comune di Ravenna sta lavorando per mettere a disposizioni degli organizzatori dei cre aree pubbliche all’aperto dove poter svolgere le varie attività. Ma rimane comunque una fascia di bambini ad oggi esclusi dai centri estivi, i bambini dagli 0 ai 2 anni, per i quali il Comune non perde le speranze di far ripartire i servizi di asilo