Chiusura Piallassa Baiona, assessore Baroncini: “Bonifica non più pronosticabile dopo il rinvio a causa del covid”

0
152

È polemica attorno alla chiusura della Piallassa Baiona decretata a partire da lunedì 6 luglio e fino a fine mese. Il Comune ha imposto la chiusura per consentire interventi di pulizia e asporto di materiali non consoni e rifiuti presenti nella valle, la demolizione di strutture di ricovero natanti ormai semidistrutte e in precario stato di conservazione e la raccolta di rifiuti ingombranti come le barche semi affondate o porzioni di piattaforme distrutte. Durante le operazioni si dovrebbero risolvere anche i problemi causati da alcuni manufatti abusivi, passerelle e ricoveri per barche, che costituiscono un pericolo per la navigazione e causano degrado ambientale.

Sarà vietato l’accesso allo specchio d’acqua e sarà vietata la pesca, mentre sarà consentito l’accesso all’Isola degli Spinaroni e ai capanni, purché raggiungibili da terra. La zona sarà presidiata giorno e notte dalle forze dell’ordine, con la speranza anche di contrastare il bracconaggio, che nel periodo precedente il lockdown ha generato anche numerosi scontri fra i pescatori, con tanto di atti intimidatori e barche incendiate.

Proprio la sospensione temporanea della pesca ha scatenato le polemiche da parte di alcuni esponenti dell’opposizione, Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna, e Gianfilippo Rolando, consigliere comunale della Lega, che evidenziano come la sospensione lasci 50 famiglie senza reddito. Le minoranze contestano il periodo scelto dal Comune per svolgere le operazioni di bonifica e, in particolare la Lega, è pronta a portare la questione in Parlamento