La Polizia di Stato ha arrestato F.C., 40enne di origini brindisine residente a Cervia, per il reato continuato, in concorso con altri, di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito di una vasta operazione antidroga condotta dalla Polizia di Stato nel territorio pugliese, nelle prime ore di questa mattina, è stata data esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, a carico di 16 persone italiane (di cui 3 in carcere e 13 in regime domiciliare), indagate a vario titolo per associazione a delinquere di tipo mafioso finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti ex art.74 e 73 DPR 309/90, fatti commessi tra il 2015 e 2016 nella provincia di Lecce ed in altri luoghi.

L’operazione ha interessato anche il territorio ravennate in quanto personale della locale Squadra Mobile ha catturato, in esecuzione del citato provvedimento, F.C., 40enne di origini brindisine, trasferitosi da circa un anno a Cervia quale dipendente stagionale, incensurato, nel contesto indagato in quanto gravemente indiziato del reato continuato, in concorso con altri, di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arrestato, rintracciato nella prima mattinata odierna, dopo l’attività di legge è stato sottoposto alla misura restrittiva in regime domiciliare, a disposizione dell’A.G. procedente.