Abbandonarono l’amico in auto agonizzante: quattro arresti per la morte di Matteo Ballardini

0
358

Abbandonarono Matteo Ballardini in auto, agonizzante. Tre ragazzi e una ragazza, descritta come figura di riferimento del gruppo, fra i 22 e i 28 anni, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Ravenna, con l’accusa di omicidio aggravato, ritenuti responsabili della morte del 18enne lughese, un loro amico, nell’aprile dello scorso anno. Matteo Ballardini venne trovato morto a bordo della sua Volkswagen Polo dopo che i genitori ne denunciarono la scomparsa, non vedendolo tornare a casa. Ad uccidere il giovane fu un’edema polmonare dovuto ad un mix letale di sostanze. Il malessere iniziò ben presto, durante la serata organizzata a Faenza. Ma invece di portare l’amico in ospedale, i quattro ragazzi avrebbero continuato il loro festino fra droghe e alcolici, chiudendo Matteo in auto, privandolo del telefono, di fatto sequestrandolo, come ricostruito dalle forze dell’ordine esaminando cellulari e telecamere di videosorveglianza. Matteo forse si sarebbe potuto salvare, ma gli amici preferirono continuare a girovagare per locali e a drogarsi in auto, di fianco al 18enne agonizzante, per poi abbandonarlo, dimostrando il loro “deserto morale” come l’ha definito il gip Andrea Galanti. La loro unica preoccupazione era quella di far mattina.