A Cervia i funerali di Stefano Baldisserra: l’ultimo viaggio accompagnato da parenti, amici e compagni di squadra

0
1072

Si sono svolti nel duomo di Cervia i funerali di Stefano Baldisserra, il giovane 25enne investito e ucciso nella notte fra il 10 e l’11 agosto mentre in bicicletta stava tornando a casa, dove ormai era giunto, al termine di una serata insieme agli amici. Gli stessi amici che oggi hanno sostenuto la bara per l’ultimo saluto. La salma, finita la cerimonia, è stata tumulata nel cimitero locale. Grande la partecipazione alle esequie. Il Comune, per le 15.30, orario d’inizio del rito religioso, ha chiesto alla città di osservare un minuto di silenzio per “Baldo”, “Baldone”, così il ragazzo era soprannominato, in segno di vicinanza alla famiglia. Presente in cattedrale il sindaco Medri.
Stefano Baldisserra era figlio unico. Da qualche mese il giovane aveva iniziato a lavorare come magazziniere, ma la grande passione era il calcio, portiere fra i dilettanti della Polisportiva Calcio 2000, dove era entrato da ragazzino. E proprio nei confronti della Polisportiva Calcio, e nei confronti dello Ior, sono state devolute oggi le offerte raccolte durante il funerale.