Minichini(LpRa): Terminal crociere, Low Carbon Economy, riusciranno i nostri eroi…?

Inserito da Roberto. Nella sezione Comunicati Stampa, Politica

Tagged: , , , ,

crociere

Pubblicato: agosto 10, 2017 - Commenta

10/08/2017 – L’eterno dilemma, di come rendere virtuoso il sistema croceristico di Porto Corsini, viene maggiormente alla luce, con l’avvio delle procedure di studio e del finanziamento europeo Low Carbon Transport in Cruise Destination Cities. Non spaventatevi, significa semplicemente: sostenere strategie a basse emissioni di carbonio e sviluppo di efficienza energetica, in specifici territori sedi di Terminali di Crociere. Basse emissioni di carbonio, perché è l’elemento chimico della tavola periodica preso a riferimento universale dell’inquinamento ambientale dell’aria. L’avvio delle procedure di ricerca in questo campo, a Ravenna-Porto Corsini, unitamente a Trieste ed altre città europee, vuole guidare la predisposizione di piani del traffico, appunto a basse emissioni di carbonio, che garantiscano una mobilità sostenibile d’ambito e territoriale; ciò su una visione finalmente di lungo periodo. Riusciranno i nostri eroi a fare perlomeno un tassello nel cocomero, scusate nel vasto problema, che coinvolge anche la città e il territorio? A oggi debbo dire che le premesse non ci sono, ma con l’aiuto di incontri transnazionali, meeting di coinvolgimento degli stakeholder locali, simulazioni del piano LCTP (low carbon transport plans), magari la vergogna delle ns azioni scellerate ad oggi, contro la resilienza, la sostenibilità, prevarrà, ma in senso costruttivo. Intanto c’è da dire che non partiamo da zero e che questo non è il solo problema del Terminal Crociere di Porto Corsini. Va affrontato l’attraversamento dei pullman nel paese, il mancato investimento in una struttura di servizi, il coinvolgimento economico dell’imprenditoria locale, il rapporto con la pineta e il suo attraversamento, la co-valorizzazione dell’area valliva, il marketing, come minimo. Per non parlare dell’investimento nel suo complesso, che a oggi appare abbandonato a se stesso, al proprio destino, senza più genitori né strategie. Dicevo che non partiamo da zero. Infatti, da alcuni anni, c’è un “progetto globale d’insieme” di un architetto ravennate lungimirante, che queste problematiche e non solo, le ha affrontate, risolte e rilanciate. Il progetto è pubblico e ceduto gratuitamente all’Amministrazione se di interesse: partiamo da lì, per andare avanti!

Commenta

Non ci sono commenti su Minichini(LpRa): Terminal crociere, Low Carbon Economy, riusciranno i nostri eroi…?. Vuoi inserire un tuo commento?

Lascia un commento