Lido Adriano torna a celebrare la Festa della Repubblica

Inserito da Editing. Nella sezione Cronaca, Evidenza, Video

Tagged: , , , ,

-

Pubblicato: maggio 16, 2018 - Commenta

16/05/2018 – Il Cisim festeggia quest’anno la decima edizione della Festa della Repubblica di Lido Adriano.
In questi dieci anni di attività il Cisim ha visto crescere la partecipazione attiva degli abitanti del paese, in particolare delle famiglie, dei bambini e bambine di Lido Adriano, che sempre più numerosi collaborano attivamente alla sua realizzazione.
A conclusione della stagione 2017/18, la Festa della Repubblica raccoglie e mostra attività realizzate nel corso dell’anno, e prevede eventi, ognuno dei quali è realizzato in collaborazione con una rete di sostenitori e collaboratori: realtà musicali e artistiche della città, scuola elementare di Lido Adriano e media di Marina di Ravenna, cittadini e famiglie di Lido Adriano, associazioni.
L’evento è stato presentato in una conferenza stampa a cui ha partecipato l’ assessora alla Cultura Elsa Signorino.
“E’ questo un evento – afferma l’assessora Signorino – che salutiamo volentieri per la capacità aggregativa e le numerose occasioni ricreative e culturali in una ricorrenza importante per la nostra storia di italiani aperti però al mondo e alle sue evoluzioni; la località di Lido Adriano ha saputo infatti cogliere e interpretare il senso del 2 giugno nella chiave di lettura più giusta e corretta attraverso condivisione, solidarietà e rispetto, cardini della Costituzione”.
Dopo dieci anni di attività a Lido Adriano cogliamo anche l’occasione per riaprire la riflessione sul paese, sulla sua storia, evoluzione e per confrontarci sui cambiamenti e sulle suggestioni che il suo sviluppo ci suggerisce.
Renzo Piano impegnato in un ambizioso progetto nazionale di riqualificazione delle periferie ha scritto  tra le altre cose: “Difendo la periferia anche perché è un concentrato d’energia, qui abitano i giovani carichi di speranze e voglia di cambiare.”
A confronto con la denatalità italiana e con quella ravennate che raggiunge livelli ancora più allarmanti, Lido Adriano mantiene alto il numero di nascite e di presenze giovani.
In questo contesto abbiamo lavorato in questi dieci anni per costruire spazi di immaginazione del futuro, attraverso un lavoro minuto e costante.

In merito alla riflessione sul paese, Giovedì 31 maggio alle ore 18 verrà inaugurata la mostra fotografica di Adriano Zanni, La terra dei sogni a buon mercato che ripercorre, nei suoi scatti realizzati nel corso degli anni a Lido Adriano, i sogni architettonici e urbanistici mai del tutto realizzati degli albori, l’effimero sogno di meta della riviera estiva, il declino e il successivo tentativo di rinascita, il sogno di integrazione e riscatto per persone di oltre cinquanta etnie che vi si sono trasferite ripopolandolo.
Alle ore 20.30 dello stesso giorno, avrà luogo l’incontro Lido Adriano tra passato e futuro,   condotto da Laura Gambi, che assieme al sindaco Michele de Pascale e al presidente della Pro loco Gianni De Lorenzo ripercorrerà i cinquant’anni di storia del paese, la sua evoluzione la ricerca ancora in atto di un’identità urbana definita, pur rappresentando Lido Adriano uno dei più interessanti melting pot italiani, il rapporto con la città e la politica, le prospettive e i progetti futuri. La riflessione si avvierà dalla presentazione del libro L’ala di Berardi. Storia di un grattacielo mai costruito a Lido Adriano, dialogo e proiezione di immagini con gli autori Saturno Carnoli, Cesare Albertano, Domenico Mollura e con l’editore Ivan Simonini.

Gli spettacoli della Festa avranno un’anteprima Giovedì 24 e Venerdì 25 maggio alle ore 20 al Teatro Rasi, in collaborazione con Ravenna Teatro/Teatro delle Albe, con le repliche dello spettacolo del Teatro delle Ariette Tutto quello che so del grano. Mentre lo spettacolo va in scena, mentre i protagonisti mimano gesti lenti, fatti di storia e abitudine trasmessa di generazione in generazione, cuoce nel forno la focaccia, impastata sul grande tavolo al centro del palcoscenico. La terra, la casa, le relazioni -quelle importanti- i ricordi, le passioni di una vita scorrono davanti agli occhi degli spettatori in uno spettacolo “a forma d’imbuto”, che è un antidoto alla fretta.
Gli spettacoli proseguiranno al Cisim, Sabato 2 Giugno 2018 alle ore 18.00 con la Poetry Slam dedicata a Alberto Dubito, poeta, musicista, fotografo, street artist. Dubito, scomparso a soli 20 anni, ha vinto vari poetry slam, ma è conosciuto soprattutto come voce e autore dei testi del gruppo rap sperimentale Disturbati Dalla Cuiete e alle ore 22.00 col concerto della Classica Orchestra Afrobeat. Band che ispira la propria produzione artistica alla contemplazione catartica delle voci della natura e crea un proprio habitat immaginifico alla ricerca di una primitiva armonia tra l’umano e il divino, con sonorità afrobeat.
Con il suo organico misto di strumenti antichi europei ed africani, l’ensemble emiliano-romagnolo intaglia storie che mantengono una ritualità dilatata, in simbiosi con la smisurata grandezza della natura. Nell’utilizzo delle voci e del contrappunto vi è la duplice valenza della tradizione musicale colta europea e del ricco patrimonio ritmico africano.

Anche quest’anno presenteremo gli esiti di alcuni laboratori:
Giovedì 31 maggio, alle 19, presenteremo il 5° Quaderno del CISIM, L.A. Stories,  realizzato con i ragazzi e le ragazze dello Spazio Sociale Polivalente Agorà di Lido Adriano. Il Quaderno è frutto del laboratorio fotografico condotto da Alessandra Dragoni per Osservatorio Fotografico e  ricostruisce, attraverso le immagini di persone e di luoghi, i mondi degli affetti e dei legami dei ragazzi, raccolti nella quotidianità e nella ricchezze delle loro molteplici appartenenze culturali.
Venerdì 1 giugno alle ore 19 è la volta della non-scuola del Teatro delle Albe, realizzata in collaborazione con Cisim e Spazio Polivalente Agorà, che vede in scena 30 bambini e bambine di Lido Adriano, Punta Marina e Ravenna, con Il Piccolo Principe di L.A. liberamente tratto dal libro Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry.
Sabato 2 giugno alle ore 16, in collaborazione scuola elementare I. Masih, la scuola Media E. Mattei, verrà realizzata una Parata per le strade di Lido Adriano, con la partecipazione di Orchestra di Brutture Moderne, LaCorelli, e con il sostegno di Spazio Polivalente Agorà, Pro Loco di Lido Adriano e di Punta Marina.
Alle ore 16.30 dello stesso giorno avrà luogo l’esibizione del laboratorio di danza hip hop – progetto dancER 2018, che si è svolto con cadenza settimanale nel corso degli ultimi mesi, rivolto a bambini e ragazzi di Lido Adriano e che è stato ospitato, promosso e sostenuto dal Cisim.

Sempre Sabato 2 giugno alle ore 20.00 è prevista una grigliata in giardino su prenotazione e come ogni anno Venerdì 1 giugno alle ore 10 allo Spazio Polivalente Agorà si terrà la Fiera del baratto e riuso.

Il Festival è realizzato in convenzione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura.
Con il sostegno di: Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, ENTES, Fondazione del Monte, Legacoop Romagna, Coop Alleanza 3.0, Comacar, Cevico, Deco, Pro Loco di Lido Adriano, Spazio Polivalente Agorà.

Commenta

Non ci sono commenti su Lido Adriano torna a celebrare la Festa della Repubblica. Vuoi inserire un tuo commento?

Lascia un commento

You must be Collegato come to post a comment.