Corti da Sogni. Straordinario successo per l’edizione 2018 del festival

Inserito da Sara. Nella sezione Comunicati Stampa, Cultura

Tagged: , , ,

corti

Pubblicato: maggio 15, 2018 - Commenta

15/05/2018 – Ancora uno straordinario successo per il festival Corti da Sogni – Antonio Ricci che si è concluso al teatro Rasi di Ravenna sabato scorso. “Nel corso della manifestazione sono giunti registi, produttori e attori da tantissimi paesi tra cui Egitto, Svezia, Iran, Inghilterra, Francia, Spagna, Cina e naturalmente Italia – commentano gli organizzatori -. Sono arrivati a Ravenna per presentare le loro opere che sono state ammirate da un numerosissimo pubblico. Siamo inoltre soddisfatti per l’ulteriore sviluppo dei laboratori e gli appuntamenti rivolti alle scuole”.
Nel corso della serata conclusiva del 12 maggio, condotta dal giornalista Alberto Mazzotti, sono stati assegnati i riconoscimenti delle diverse sezioni in concorso. Prosegue il dominio tedesco nella sezione del cinema europeo. Per il terzo anno consecutivo il premio va alla Germania. Si aggiudica l’European Sogni Award, con i giurati Alessandro Renda e Albert Bucci sul palco, il cortometraggio Watu Wote di Katja Benrath che racconta una storia di solidarietà e terrore ambientata in Kenya dove si susseguono attacchi del gruppo terroristico di Al-Shabaab, in un’atmosfera di ansia e diffidenza crescenti tra musulmani e cristiani.
Per la categoria Sogni d’oro, la giuria dei giornalisti, rappresentata sul palco da Federica Ferruzzi e Francesco Garoia, è stata premiata la toccante opera Are you a volley ball?! del regista iraniano Mohammad Bakhshi.
Nell’ambito della sezione riservata ai cortometraggi d’animazione, Premio Giuseppe Maestri, il riconoscimento è andato alla splendida opera, proveniente dalla Francia, Negative Space firmata dall’americano Max Porter e dalla giapponese Ru Kuwahata. Il premio è stato ritirato dal produttore francese Jean-Louis Padis.

Il premio Frequenze in corto è stato vinto dal videoclip Read between the lines – Alaska Pollock di Auke De Vries (Olanda). Sul palco i giurati Luca Malatesta e Fabrizio Zampighi.
Il pubblico in sala ha invece decretato il vincitore del sempre ambito Creatività in corto. A contendersi la menzione sono stati l’italiano Buffet di Santa de Santis e Alessandro D’Ambrosi e la commedia spagnola El escarabajo al final de la calle di Joan Vives Lozano. Il pubblico presente in sala ha scelto Buffet (durante il festival è stato presente l’attore Daniele Grassetti).
Coordinati dal professor Alessio Paroncini, gli studenti della terza A della scuola media Novello hanno scelto, dopo una serie di  laboratori realizzati a scuola nel corso dell’anno scolastico, il migliore dei cortometraggi che per tematiche si avvicinano di più al mondo dei giovanissimi. Il premio Mitici Critici è andato al corto svedese Touch of sound firmato dal regista iraniano Hooman Sadeghloo. Il riconoscimento è stato consegnato dall’assessora alla Cultura, Elsa Signorino.
Infine il premio per il migliore corto italiano, Made in Italy, è stato attribuito a Cani di razza di Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta (intervenuto sul palco del Rasi per ritirare il premio). Erano presenti per la giuria il giornalista Corrado Ravaioli, lo scrittore Gianluca Morozzi e il direttore del Nightmare Film Festival Franco Calandrini.
La menzione Crowdfunding è stata invece attribuita a Is it too much to ask? dalla giuria composta da Alberto Donati, Filippo Giunti, Andrea Fiumana, Thomas Pilani, Sandra Contipelli e Jessica Cavina.
Infine il Premio Grr, riservato alle scuole di cinema nazionali e internazionali, è stato assegnato – dalla giuria composta dagli studenti della Classe Terza G indirizzo grafica e comunicazione IT Morigia-Perdisa coordinata dalla professoressa Irene Penazzi – al finlandese Kukista ja Mehilaisista di J.j Vanhanen della Tampere University of Applied Sciences.
“Oltre al concorso di cortometraggi – concludono gli organizzatori – sono stati molto apprezzati gli eventi speciali del festival, con la serie dedicata ad Astutillo Smeriglia, il laboratorio dello Studio Croma, il cortometraggio di Luisa Pretolani, la lezione del critico cinematografico Roy Menarini, in collaborazione con il Nightmare Film Fest, e la proiezione de “L’Atalante” di Jean Vigo, in collaborazione con Cinemaincentro e la Cineteca di Bologna”.
Il festival è organizzato dal circolo del cinema Sogni in collaborazione con il Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura, con il prezioso sostegno di Asppi, Fir, Dna, Bel Power Europe, Comunicattivi, Ravenna WebTv (mediapartner), Hotel Diana, Osteria del Tempo Perso, ristorante Primo Piano by Marchesini e Trattoria La Rustica.<

Commenta

Non ci sono commenti su Corti da Sogni. Straordinario successo per l’edizione 2018 del festival. Vuoi inserire un tuo commento?

Lascia un commento

You must be Collegato come to post a comment.