Calcio: Ravenna, che debacle. La Triestina dilaga al Benelli

Inserito da Roberto. Nella sezione Comunicati Stampa, Evidenza, Sport

Tagged: , , , , ,

Elia Ballardini - B35A0055

Pubblicato: settembre 11, 2017 - Commenta

11/09/2017 – Questa volta niente notte magica; anzi, al Benelli succede l’incredibile: il Ravenna sbaglia approccio e partita, la Triestina fa vedere tutto il suo potenziale di squadra costruita per vincere. Finisce con un clamoroso 5-1 per i giuliani, una scoppola che su questi schermi non si vedeva da 32 anni (22 settembre 1985, Ravenna-Civitanovese 1-6 ma in campo c’era la Berretti giallorossa), e in trasferta da 17 anni (5-1 a Siena in B il 12 novembre 2000), mentre per vedere sei reti tutte concentrate nel primo tempo al Benelli bisogna andare con la memoria addirittura a 36 anni fa (27 settembre 1981), al successo per 7-3 del Ravenna sul Fidenza (3-3 dopo i primi 45’).
La cronaca della partita L’inizio di gara è choccante. Dopo 6 minuti la Triestina è già sul 2-0 grazie ai colpi vincenti di Mensah (colpo di testa in diagonale su assist telecomandato di Bracaletti) e Porcari (staffilata bassa dal limite sulla respinta della difesa di casa dopo un tiro di Arma). Arma e Bracaletti sprecano il tris, poi il Ravenna ha un ruggito e Papa raccoglie la corta respinta di Perisan sulla botta al volo di Maistrello e riapre la gara. Il Benelli si infiamma, il Ravenna si rianima e comincia ad offrire scampoli del Ravenna che si conosce: sembrano esserci le condizioni per vedere un’altra partita. E’ purtroppo solo un’illusione: c’è un nuovo blackout che costa carissimo. Al 24’ Mensah ruba palla in pressing, entra in area e scarica un destro vincente nell’angolo basso. Al 26’ punizione dal lato corto destro dell’area di casa. Bracaletti calcia diretto in porta sorprendendo Gallinetta. Altri 2’ e Capitanio ferma con una robusta spinta Mensah lanciato a rete: espulsione del difensore e rigore per gli ospiti che Arma spedisce sulla traversa. E al 31’ altro errore di disimpegno dei padroni di casa, e altro corridoio libero in cui fiondarsi. Questa volta tocca ad Arma che si rifà dell’errore dal dischetto, trafiggendo Gallinetta.
Secondo tempo privo di ogni significato. Il Ravenna si riorganizza col 4-4-1 e con alcuni spostamenti di posizione in campo, la Triestina continua a far girare palla e a cercare sempre sortite offensive ma a marce più basse, così strappa applausi Samb Fallou, l’unico a regalare qualcosa per il taccuino: al 32’ si destreggia al limite dell’area ma poi indirizza alto e in pieno recupero si incunea in area e dalla linea di fondo prova a sorprendere Perisan che si rifugia in angolo.
Gli spogliatoi “Ci sono pochi commenti da fare – esordisce mister Antonioli – è successo quello che non avrei mai pensato potesse succedere. Abbiamo preso il primo gol al primo tiro, il secondo gol al secondo tiro e quando sembrava che avessimo riaperto la gara, siamo andati in confusione e commesso errori che di solito non facciamo. Devo anche riconoscere, però, i grandi meriti della Triestina: ci ha aggredito, ci ha pressato, ha disputato una prova al livello dei giocatori importanti di cui dispone. Azzeriamo questa battuta d’arresto e ripartiamo, sapendo che dobbiamo crescere e che dobbiamo lavorare sempre di collettivo”.

Il tabellino del match

Ravenna-Triestina 1-5
RAVENNA (4-3-1-2):
Gallinetta; E. Ballardini, Venturini, Capitanio, Barzaghi (39’ st Ierardi); Selleri (10’ st Ronchi), Lelj, Papa; Tabacchi (10’ st A. Ballardini); Maistrello (21’ st Samb Fallou), De Sena (1’ st Piccoli). A disp.: Cavalieri, Venturi, Portoghese, Magrini, Sabba, Cenci. All.: Antonioli.
TRIESTINA (4-4-2): Perisan; Troiani, El Hasni, Aquaro, Pizzul (6’ st Grillo); Bracaletti, Meduri (6’ st Acquadro), Porcari (28’ st Castiglia), Bariti (28’ st Celestri); Arma, Mensah (17’ st Hidalgo). A disp.: Puccini, Boccanera, Libutti, Codromaz, Langwa, Petrella, Brandmayr. All.: Sannino.
ARBITRO: Colombo di Como.
RETI: 2’ pt Mensah, 6’ pt Porcari, 14’ pt Papa, 24’ pt Mensah, 26’ pt Bracaletti, 31’ pt Arma.
NOTE: Al 28’ pt Arma colpisce la traversa su rigore. Espulso al 28’ pt Capitanio per avere sventato una chiara occasione da rete. Ammoniti: Meduri, E. Ballardini, El Hasni. Spettatori circa 1400. Angoli: 1-3. Recupero: 2’ e 4’.

Commenta

Non ci sono commenti su Calcio: Ravenna, che debacle. La Triestina dilaga al Benelli. Vuoi inserire un tuo commento?

Lascia un commento